#12 Octavian Goga Blv, Bucharest

Viaggio privato a Diga Vidraru

Viaggio privato a Diga Vidraru

Vi siete mai sentiti, come esseri umani, grandi come la natura stessa? Immaginate cosa ha sentito l’ingegner idrotecnico e tutti gli altri costruttori quando hanno messo la loro firma sul progetto della Diga Vidraru ed hanno lavorato effettivamente, per creare questo immenso lago artificiale nel cuore della montagna?

La Diga Vidraru è molto di più di un’attrattiva turistica della Romania, che attira annualmente migliaia di turisti, una meraviglia dell’ingegneria, un posto dove si resta a bocca aperta e col fiato sospeso nel momento in cui si guarda giù, verso il lago artificiale, allestito sul fiume Arges.

Purtroppo, 80 persone hanno perso la vita nei 5 anni di lavoro e sacrifici sul cantiere di questo lago artificiale che era, nel momento della sua inaugurazione, il quinto in Europa e il nono nel mondo, accanto ai più vasti laghi artificiali nel mondo.

Come credete che vi sentirete in cima alla montagna, circondati dalle foreste e da un’immensa distesa d’acqua, nei pressi di una diga alta 166,6 metri e lunga 307 metri?

Solo se cercate di immaginare cosa significa scavare circa in 1.768.000 metri cubi di roccia, di cui un milione sotto terra, oppure versare 930.000 metri cubi di cemento, già vi renderete conto che le maggiori dighe nel mondo non si possono realizzare che con uno sforzo titanico e un investimento altrettanto grande.

L’intera opera di ingegneria la potete ammirare dalla base della diga, scegliendo un viaggio in battello, o, se volete vederla dall’alto, lo potete fare dalla terrazza del monte Pleasa, dove si trova anche una statua di Prometeo col fulmine in mano, simbolo dell’elettricità.

E, se siete attratti dagli sport estremi e andate pazzi per i salti nel vuoto, potete far salire l’adrenalina al massimo, scegliendo la pista di lancio per il bungee jumping.

Vista dall’alto, la Diga Vidraru sembra una fune tra i Monti Fruntii e il Monte Ghitu, sopra le acque del lago che cambiano colore a seconda della stagione, del momento del giorno, riflettendo sia l’azzurro del cielo, il rosso del tramonto o il verde degli alberi che coprono le montagne, mentre di notte, la sagoma della Diga è illuminata elettricamente, potendo essere notata dall’aereo. Certamente, sarebbe difficile scegliere in quale momento della giornata scattare delle foto…

Ecco come, in occasione di una gita in Romania, potete prendere una boccata d’ossigeno, ma anche divertirvi ed impressionare gli amici o compagni di lavoro se mostrate loro le foto scattate dopo una sosta al Lago Vidraru, questo lago artificiale per la produzione di energia elettrica, le irrigazioni e la prevenzione delle alluvioni, che è degno del libro dei primati anche per la sua bellezza.

Questo punto di riferimento può essere incluso in un tour privato di 1- 2-3 giorni o più, in modo che si può veramente godere il vostro viaggio in Romania o un tour dei laghi.

 

POSTI COLLEGATI

Nicolas Experience Tours