Viaggio privato a Castello Peles di Sinaia, in Romania

Viaggio privato a Castello Peles di Sinaia, in Romania

Se vi siete proposti di scrivere le proprie memorie o vantarvi di aver visto i più bei castelli in Europa, la residenza estiva dei re di Romania, è, indubbiamente, una delle più importanti attrattive turistiche in Romania, e, allo stesso tempo, in Europa, e scoprirete perchè è così.

Ogni anno, migliaia di personalità importanti, ma anche centinaia di migliaia di turisti stranieri prenotano tour in Romania solo per visitare questo castello, per ammirare la sua bellezza e sentire almeno per qualche ora cosa significa vivere come un re, con molto buon gusto.

Se il primo Re di Romania, Carlo I, lo fece costruire tra il 1873-1914, quindi per 41 anni, e investì ingenti somme per affidare i lavori ai più famosi mastri costruttori in Europa e per adoperare solo materiali di alta qualità, vi potete rendere conto perché questo castello ha un impareggiabile valore storico e artistico e perché è soprannominato „la perla della corona” nei Monti Carpazi.

 È stato un gigantesco lavoro e, allorquando giungerete sulla terrazza del castello Peles, dovete sapere che, praticamente, metterete il piede su una montagna che è stata rimodellata dalla mano dell’uomo, se pensiamo che sia la radura, che l’intera piattaforma del castello sono state realizzate tramite il parziale dislocamento di alcune zone della montagna Molomot, ulteriormente livellate per costruire i sentieri, i pendii e le terrazze.

E, nel momento in cui ammirerete la vista panoramica dalla terrazza del castello, le foreste e la montagna intorno, sentirete profondamente l’aria pulita e ricca di ossigeno della zona montana, sentirete il lieve sussurro del ruscello che scorre nella valle, dimenticherete per qualche attimo di scattare delle foto e godrete semplicemente della bellezza intorno, perché nessuna foto può cogliere la vera atmosfera del posto.

Anche l’interno del Castello Peles

offre un’esperienza turistica unica, anche se sono visitabili solo 35 delle sue 168 stanze, compreso l’appartamento imperiale al primo piano, allestito per l’imperatore austro-ungarico Francesco Giuseppe, per cui è stata spesa, nel 1906, l’impressionante somma di 100.000 lei/oro.

Certo che riempiremmo pagine intere se dovessimo descrivere tutti i dipinti, gli oggetti d’arte, gli arredi, gli specchi, gli ornamenti unici, nella biblioteca reale, nelle sale d’armi, di musica, di concerti, di teatro, di consiglio o nella Sala Fiorentina, nella Sala Mora, nel Salone turco, nella camera da letto reale e nelle altre, che non si ritrovano in altri musei d’arte in Europa o Romania.

Al capitolo la Romania nel Libro dei Primati e curiosità,

andrebbe menzionato anche il fatto che il Castello Peles è stato il primo castello completamente dotato di elettricità in Europa, grazie alla propria centrale elettrica, e che sempre qui viene custodito il primo aspiratore centrale, risalente ad oltre 100 anni fa.

Sempre qui avrete l’occasione di vedere e sentire cosa potrebbe desiderare una regina, perché nello stesso cortile sorge il Castello Pelisor, un’altra attrattiva turistica di Sinaia, costruito per Regina Maria. La decorazione interna di questo castello è considerata la visione estetica della regina.

A soli 100 metri dal Castello Pelisor, si trova il complesso Ai Cannoni– Villa Economat, allestito nell’edificio che ospitava il Corpo di guardia del Castello Peles, dove vi potete riposare e raccogliere i propri pensieri un po’, assaggiando sia alcune tra le più famose pietanze tradizionali, che bevande tradizionali e alcuni tra i più celebri vini romeni.

E, siccome non si può lasciare un simile posto senza ricordi dalla Romania, senza ricordi dal Castello Peles, avrete l’occasione, alla partenza, di scegliere tra vari negozi di ricordini, dove troverete la camicia tradizionale romena, chiamata „ie”, e altri elementi del costume tradizionale romeno, e anche interi costumi tradizionali, e potrete, così, portare a casa con voi non solo l’artigianato romeno, ma anche la tipica visione „di bellezza” di ciascun romeno.

Entrate nel modulo di prenotazione di tour in Romania, Bulgaria o Moldova, e diteci per quando avete prenotato le vacanze, affinché possiamo confermarvele, consultando la nostra agenda, e segnalarvi anche eventi musicali, fiere e mostre, programmate nel periodo in cui avete prenotato.

 

Questo punto di riferimento può essere incluso in un tour privato di 1- 2-3 giorni o più, in modo che si può veramente godere il vostro viaggio in Romania o un tour della città turistiche …

POSTI COLLEGATI